Togliere il pannolino... Come e quando?

 

bimbo-sul-vasino

Buongiorno a tutti, e bentornati.

Mi capita spesso di incontrare genitori alla ricerca di piccoli consigli su come aiutare il loro bambino a “diventare grande!”. Mi chiedono più spesso quali siano le “buone prassi” da seguire, per assecondare i tempi naturali di crescita del bambino. Così oggi vorrei proporvi un primo argomento che suscita generalmente particolare interesse: lo spannolinamento. 

Cominciamo fin da subito a convivere con l’idea che non esistono regole ferree a cui attenersi diligentemente… esiste un orientamento, che va poi adattato al caso specifico grazie a buone capacità di ascolto e alla sensibilità del genitore. Nel caso dello spannolinamento, la variabile più influente è la rapidità con la quale i bambini raggiungono il controllo degli sfinteri; questa varia sensibilmente di caso in caso, e di ogni bambino vanno rispettati i ritmi naturali di sviluppo neurologico e fisiologico.

 

Pediatri e psicologi oggi iniziano a consigliare un approccio centrato sul bambino (child-oriented): è il piccolo a decidere quando togliere il pannolino ed è lui che sceglie di andare o no a fare i suoi bisogni nel water o nel vasino, senza forzature.

In questo panorama, il compito del genitore è quello di osservare, ascoltare, e attendere che sia il bambino a chiedere di togliere il pannolino. E’ un processo che non va affrettato: ogni bambino ha i suoi tempi e l’intero percorso deve essere una sua decisione piuttosto che una forzatura da parte dell’adulto. Spesso un inizio precoce dello svezzamento dal pannolino viene sconsigliato per evitare che eventuali insuccessi possano riflettersi negativamente sull’autostima del piccolo o dei genitori.

A volte lo svezzamento dal pannolino è ulteriormente ritardato, spesso più per comodità e praticità dei genitori che per reali esigenze del bambino. Gli attuali pannolini usa e getta in commercio hanno liberalizzato l’idea che sia consentito fare la pipì nel pannolino fino a 4 anni. In realtà l’educazione può essere rapida e facile o richiedere più tempo e pazienza a seconda del temperamento del bambino; ma se è condotta in tranquillità, senza minacce o scenate, diventa per lui una conquista positiva, un altro passo in avanti nella padronanza delle sue funzioni e una risposta riuscita alle aspettative del mondo esterno; come tale rappresenta un passaggio importante nello sviluppo dell’autostima e della fiducia in se stesso. Il fatto di essere in grado di controllare l’aspetto dell’evacuazione, quasi in ogni circostanza, permetterà al bambino di rafforzare la fiducia in se stesso e, come individuo, si sentirà capace di cose importanti.

L’addio al pannolino non va rimandato troppo e con alcuni semplici suggerimenti è possibile iniziare il bambino al vasino con un approccio dolce, senza usare metodi coercitivi e aspettando i suoi tempi.

Nella nostra prossima chiacchierata, vi parlerò di piccole tecniche per facilitare il passaggio al water o al vasino…

Arrivederci e a presto,

Tata Danpete

CONTATTI

DOVE SIAMO

  • DANPETE s.r.l.
  • via E. Fermi 14/16 - 36030
  • Motta di Costabissara (VI)

ORARIO D'UFFICIO

  • Lunedì - Venerdì
  • 09.00 / 13.00 - 14.30 / 18.00
  • Sabato e Domenica chiuso